Territorio

San Donà, i “Marmellotti” raccolgono 13mila euro per Auser e AIL

5 Novembre 2022

Questa mattina, il parco di Villa De Faveri nel centro sandonatese, ha ospitato un momento di solidarietà territoriale. L’associazione i Marmellotti ha consegnato all’Auser San Donà di Piave un assegno destinato a contribuire all’acquisto di un pulmino che l’associazione di volontariato utilizzerà per le attività quotidiane.

«Siamo un gruppo di amici che proviene dal mondo del rugby: ex giocatori, simpatizzanti, tifosi, ecc., che anche al di fuori del campo hanno voluto dare significato al valore fondamentale del “sostegno”» ha introdotto il momento solidale Matteo Boso.

Ogni anno l’associazione realizza 2-3 eventi di raccolta fondi a sostegno di associazioni o persone in difficoltà.

Tipicamente in occasione del 25 aprile, delle fiere del rosario e nel periodo di Natale.

Nel corso delle fiere di ottobre i Marmellotti hanno organizzato una 4 giorni di eventi musicali-conviviali per sostenere 3 diverse realtà: l’Auser di San Donà, l’AIL e una famiglia in difficoltà.

«Durante la fiera, abbiamo ospitato in villa De Faveri 4 eventi musicali – ci spiega Luigi De Faveri –.

Il provento è quindi stato diviso in base alle esigenze delle tre realtà che in questa occasione abbiamo sostenuto.

Grazie al bel tempo di quei giorni e al grande cuore delle tante persone che sono venute, abbiamo raggiunto cifre importanti che possono essere d’aiuto alle realtà che appoggiamo.

È sempre bello vedere l’atmosfera di solidarietà che si crea quando tanti volontari uniscono le forze per fare del bene a chi ne ha bisogno».

Complessivamente sono stati raccolti 13mila euro. 8mila destinati all’Auser sandonatese a copertura della spesa della piattaforma mobile per il nuovo pulmino, 2.500 all’AIL e altrettanti a una famiglia in difficoltà.

Visibilmente commosso per la cifra raccolta, il presidente dell’Auser di San Donà Angelo Biondo ha ringraziato i tanti volontari che assieme ai Marmellotti si sono spesi per la quattro giorni di raccolta fondi: «Non ho parole per esprimere la gratitudine per quanto fatto. Siamo ora più vicini alla cifra complessiva che ci serve per l’acquisto del nuovo mezzo, un pulmino a 4 posti e lo spazio per la carrozzina, con il quale, in aggiunta al primo, accompagneremo le persone in difficoltà, prevalentemente anziani, ai centri di cura o ospedali per le loro visite.

Un servizio sempre più richiesto in questi ultimi anni ed è per questo che ci siamo mossi per acquistare il secondo pulmino. Sono stati infatti quasi 250 i servizi di quest’anno e circa 15mila i chilometri percorsi. Un trend che aumenta sempre più negli anni».

E i Marmellotti non si fermano di certo qui. A breve inizieranno a programmare l’attività natalizia.

«Anche quest’anno faremo le ceste natalizie con prodotti delle aziende locali – conclude Matteo Boso –. Con il ricavato, in collaborazione con l’associazione San Vincenzo, il giorno di Natale porteremo dei pasti caldi alle persone in difficoltà. L’anno scorso ne abbiamo consegnati oltre 250».