Torna il “Tour della Salute”, 15 tappe con consulti gratuiti

9 Maggio 2024

ROMA (ITALPRESS) – Torna nelle piazze italiane il Tour della Salute. Quest’anno, giunto alla sua sesta edizione, toccherà 15 località italiane, offrendo ai cittadini l’opportunità di sottoporsi a consulti gratuiti finalizzati a ridurre il rischio di malattie croniche e al tempo stesso di partecipare a svariate attività aggregative. L’evento itinerante, promosso da ASC Attività Sportive Confederate, con il contributo incondizionato di EG STADA e il patrocinio del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, ha l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini sull’importanza della prevenzione, sulla necessità di condurre uno stile di vita sano e sulla centralità della pratica sportiva nell’azione di contrasto rispetto all’insorgenza di malattie. Le principali novità dell’edizione 2024, che avrà inizio l’11 maggio e terminerà il 27 ottobre, sono state illustrate nel corso della conferenza stampa che si è tenuta nell’auditorium del ministero della Salute e alla quale hanno preso parte Valter Vieri, direttore ASC; Salvatore Butti, general manager & managing director EG STADA Group; Giuliano Lombardi, presidente del Comitato scientifico; Maria Grazia Carbonelli, Giandomenico Palka, Daniela Marotto, Giancarlo Marenco e Sabina Gallina, componenti del Comitato scientifico. Svelate, inoltre, le località che ospiteranno il tour: Anzio, Pescara, Terni, Senigallia, Viareggio, Trento, Torino, Cremona, Mestre, Isernia, Cervia, Benevento, Taranto, Tropea e Catania. In ogni piazza sarà dunque allestito un vero e proprio villaggio della salute e dello sport, all’interno del quale sarà presente una Screen Station, attrezzata con 6 ambulatori, nella quale sarà possibile sottoporsi a controlli gratuiti e consulti medici di tipo cardiologico, dermatologico, nutrizionale, reumatologico, psicologico e veterinario (per i propri animali da affezione), curati da qualificati esponenti delle principali società scientifiche. In particolare saranno offerti consigli su prevenzione e gestione di eventuali patologie, ma anche suggerimenti in riferimento ad una corretta alimentazione, all’attività fisica da svolgere e all’importanza dell’aderenza alla terapia. Si tratta di un servizio particolarmente prezioso, che nelle precedenti edizioni del tour ha consentito di rilevare diversi casi di cittadini ignari, alle prese con gravi problemi di salute, che grazie ai controlli effettuati nella Screen Station hanno scongiurato conseguenze potenzialmente gravi. Da segnalare due grandi novità di questa edizione: lo sportello OSAS, frutto della sinergia tra Università Sapienza, Gruppo San Donato-Villa Erbosa, ACI e Fondazione Caracciolo, all’interno del quale sarà possibile effettuare test sul rischio di andare incontro ad apnee notturne e ricevere preziose informazioni al riguardo; e Capsula, piattaforma digitale realizzata col sostegno di Intesa Sanpaolo RBM Salute, che consentirà ai cittadini di sottoporsi alla misurazione di diversi parametri vitali, relativi al proprio stile di vita e al proprio benessere, attraverso il ricorso all’intelligenza artificiale. “Il Tour della Salute, giunto alla sua sesta edizione, è ormai una solida realtà e un punto di riferimento per tanti cittadini che attendono il nostro arrivo per passare una giornata nel segno della prevenzione, del divertimento e della pratica sportiva. Quest’anno abbiamo scelto di arricchire il format con il progetto “La salute al centro”, poichè puntiamo ad ampliare ulteriormente la nostra platea di riferimento, in modo da riuscire a comunicare davvero a tutti, nessuno escluso, che il nostro futuro dipende dal nostro stile di vita e che il nostro stile di vita può cambiare in meglio con poco”, afferma Valter Vieri, direttore generale di ASC.
Oltre ai consulti medici saranno proposte molteplici attività motorie, ludiche e aggregative, curate da qualificati istruttori e operatori aderenti alla rete ASC, che coinvolgeranno il pubblico nelle rispettive discipline e offriranno dimostrazioni delle proprie abilità. Inoltre si terranno vari momenti formativi ed informativi, riguardanti pratiche e tematiche sanitarie, anche con il contributo di specifiche associazioni di malati. Infine l’altra grande novità del Tour della Salute 2024: il progetto collaterale La salute al centro, ideato da ASC al fine di promuovere l’attività sportiva su tutto il territorio nazionale, supportando un cambiamento dei propri stili di vita. Attori di questa trasformazione sono i centri sportivi, che assumeranno la connotazione di Centri Sportivi della Salute, proponendo attività rivolte a soggetti che possono essere considerati vulnerabili per ragioni di età, per condizione patologica o per situazione socio-economica.
“Nell’edizione 2023 del nostro STADA Health Report è emerso che oltre 4 italiani su 10 non si sottopongono a controlli di prevenzione per mancanza di consapevolezza e sensibilità sul tema o per limitate disponibilità economiche. Per questo motivo, siamo orgogliosi di essere a fianco del ‘Tour della Salutè come major sponsor per il terzo anno consecutivo. Abbiamo creduto fin dall’inizio a questo progetto di sostenibilità sociale che risponde a esigenze concrete dei nostri connazionali e che traduce perfettamente la mission di EG STADA di prendersi cura della salute delle persone”, spiega Salvatore Butti, managing director di EG STADA Group.
Per Giuliano Lombardi, presidente del Comitato scientifico Tour della Salute, “la prevenzione primaria, la valorizzazione dei fattori protettivi, l’importanza di dedicarsi all’attività motoria e di abbracciare i più corretti stili di vita. Questa nuova edizione del Tour della Salute è indubbiamente la più completa di sempre, poichè contempera tutti gli aspetti fondamentali nell’ottica di salvaguardare non soltanto la propria salute fisica, ma anche quella psichica e finanche il benessere dei propri animali da affezione. Una missione che l’intero staff svolge con professionalità e allegria, aprendo i propri spazi a tutti, azzerando qualsiasi differenza di tipo anagrafico, economico, sociale o di altro tipo”, conclude.
“L’Automobile Club d’Italia e la Fondazione Filippo Caracciolo, che già collaborano con l’Università Sapienza al progetto “BRIC INAIL 2022, id 06 OSH-RO@D – un incrocio tra salute, sicurezza, lavoro e innovazione”, hanno colto l’opportunità di partecipare al Tour della Salute 2024 per promuovere la conoscenza e valutare gli effetti che i disturbi del sonno, e in particolare le apnee ostruttive notturne, possono avere su mobilità e incidentalità stradale. Le azioni di sensibilizzazione finalizzate alla prevenzione dei fattori di rischio associati a patologie possono ridurre da 2 a 7 volte il pericolo di incidenti stradali”, sottolinea Giuseppina Fusco, presidente della Fondazione Filippo Caracciolo.

– Foto xb1/Italpress –

(ITALPRESS).