Territorio

Caorle, il maltempo provoca una leggera erosione all’arenile e ristagni d’acqua

16 Maggio 2024

L’eccezionale ondata di maltempo che ha spazzato il litorale del Veneto Orientale ha interessato anche i comparti spiaggia gestiti dal Consorzio Arenili di Caorle – Caorlespiaggia.

In particolare, l’eccezionale quantità di pioggia caduta ha causato il manifestarsi di alcuni ristagni d’acqua in alcuni tratti della spiaggia di Levante, a causa della composizione dell’arenile e la poca pendenza verso il mare.

Già nella mattinata di giovedì 16 maggio, i tecnici del Consorzio si sono messi all’opera per cercare di risolvere la questione, valutando anche la possibilità di scavare dei “canali di scolo” in modo da agevolare il deflusso dell’acqua piovana verso il mare.

Per quanto riguarda Ponente, invece, la mareggiata che ha accompagnato le precipitazioni ha provocato la comparsa di fenomeni erosivi nel primo tratto dell’arenile, quello che dalla scogliera conduce fino al “pennello” n. 3, il secondo procedendo in direzione della foce del Livenza.

«Si tratta però di un danno limitato – precisano dal Consorzio – a fronte delle previsioni meteo sfavorevoli di questi giorni, il Consorzio Arenili di Caorle aveva infatti provveduto a ritardare l’ultimo intervento di ripascimento della sabbia su questo tratto di spiaggia. Nelle prossime ore, non appena il meteo andrà a migliorare, verrà eseguito tale intervento che permetterà di avere la spiaggia perfettamente allestita ed attrezzata per il fine settimana della Pentecoste.

Non siamo preoccupati per quanto si è verificato a Ponente – spiega il Presidente del Consorzio Arenili di Caorle, Alberto Borin –. C’è tutto il tempo per completare anche quest’ultimo intervento che permetterà ai clienti che beneficeranno dei nostri servizi di avere la spiaggia in perfette condizioni. Il lavoro di ripristino più rilevante riguarda invece Levante dove la composizione della sabbia non ci aiuta. Confidiamo comunque, meteo permettendo, di risolvere la situazione dei ristagni d’acqua, nelle zone interessate, entro il fine settimana. Studieremo per il prossimo anno delle soluzioni tecniche che permettano, in caso di eccezionali ondate di maltempo come quella che si è abbattuta in questi giorni sulla costa, di evitare o comunque ridurre il ristagno di acqua sulla spiaggia di Levante».