Cronaca

San Stino, ammazza la moglie a colpi di bottigliate

6 Dicembre 2022

Tragedia intorno alle 14 di oggi in pieno centro a San Stino, in corso del Donatore. Si è verificato un nuovo, l’ennesimo, femminicidio. Ancora non si conoscono i particolari della vicenda. Secondo quel poco che si è appreso finora, un uomo avrebbe ammazzato la moglie con un corpo contundente, forse con delle bottigliate, e poi ha chiamato i carabinieri.

Sul posto si sono precipitate le forze dell’ordine e anche i sanitari del Suem 118, ma ai medici arrivati sul posto non è rimasto purtroppo che constatare il decesso della donna. La vittima è Cinzia Luison, 60 anni, di professione parrucchiera, titolare di un salone di bellezza nella vicina Blessaglia di Pramaggiore. La donna lascia due figlie, di 26 e 22 anni.

Il presunto omicida, Giuseppe Walter Pitteri, originario di Venezia, 65 anni, ex dipendente Actv in pensione dal 2016, è stato preso in custodia dai carabinieri e condotto nella caserma di San Stino. Stando a quanto emerso, poco dopo la tragedia ha rincasato una delle figlie, che accortasi di quanto successo è scappata a chiedere aiuto al vicino.

Sul luogo della tragedia il sindaco Matteo Cappelletto e il pm Barbaro. Sul posto, oltre agli investigatori coordinati dalla Procura di Pordenone, anche il medico legale.