Territorio

Eraclea Mare, iniziati i lavori di sistemazione dell’arenile

8 Dicembre 2022

Le ruspe al lavoro non sono sfuggite agli occhi di chi si è trovato a passare per la spiaggia. Sono iniziati i lavori di sistemazione e messa in sicurezza dell’arenile di Eraclea Mare. Il Comune ha avviato il cantiere per la realizzazione degli interventi che permetteranno di congiungere l’attuale “Passeggiata dell’amore” con la storica gradonata a protezione della costa.

L’importante opera si è resa possibile grazie al recupero di un finanziamento della Regione a seguito di eventi calamitosi che avevano colpito il litorale. L’importo è di 280 mila euro, che permetteranno la realizzazione di una scalinata per l’accesso alla riva che andrà di fatto a eliminare il problematico dislivello che si viene a creare dopo le mareggiate. Il cantiere avrà una durata di circa 4 settimane, condizioni meteo marine permettendo.

L’intervento ha uno sviluppo lineare di circa 500 metri in corrispondenze delle due baie frontali all’accesso al mare di via Marinella, uno dei luoghi più frequentati di Eraclea Mare. “La nuova realizzazione, oltre ad assolvere le funzioni di dissipazione del moto ondoso e di protezione della costa, permetterà di garantire l’accesso in sicurezza alla spiaggia con eliminazione dell’attuale dislivello”, spiega il vicesindaco Luca Zerbini , “Per garantire l’accessibilità e la fruibilità della spiaggia alle persone con disabilità o modalità ridotta, saranno installate delle pedane con scivoli in corrispondenza dei principali accessi. L’intera opera va inquadrata come un primo stralcio di un più complesso e unitario progetto di riqualificazione, sistemazione e valorizzazione del litorale che l’amministrazione comunale punta di realizzare nei prossimi anni, grazie a finanziamenti anche di altra natura, già individuati e assegnati”.

Agli interventi in corso di realizzazione prima della prossima stagione estiva, si aggiungeranno ulteriori due importanti progetti finanziati e coordinati dal Genio Civile. In ottica di protezione e salvaguardia della costa, verranno rinforzate le punte di alcuni pennelli con sistemazione della relativa scogliera.

Nei settori SA3 e SA4, con interessamento anche dell’area fino al confine con Caorle, è in programma un ripascimento straordinario di circa 100 mila cubi di sabbia, che sarà in parte utilizzata per colmare le depressioni che si sono formate all’interno della mura foranea e in parte nella spiaggia sommersa antistante l’opera di difesa. L’obiettivo è garantire la stabilità della mura di protezione, salvaguardare le retrostanti dune naturali dai fenomeni avversi e, per quanto concerne la spiaggia sommersa, ridurre l’altezza del fondale e quindi diminuire la forza di impatto delle onde che raggiungono la riva.