Politica

Portogruaro, Stival e Senatore passano al “Gruppo misto”

5 Novembre 2022

Dopo il rimpasto di giunta, a Portogruaro, dove il sindaco Florio Favero ha assegnato le deleghe mancanti a Guido Giuseppin (Lista Toffolo vicina alla Lega) e a Bertilla Bravo (Gruppo Senatore), il primo cittadino si ritrova a sorpresa in minoranza.

Renato Stival e Maria Teresa Senatore, infatti, sono all’opposizione da ieri sera.

Non è bastato quindi al sindaco rimescolare le carte delle deleghe per riportare pace all’interno della coalizione.

A Giuseppin sono andate le risorse finanziarie e i finanziamenti europei; a Bravo politiche giovanili e istruzione. Luigi Geronazzo si prende anche lo sport, come un tempo. Vanno in archivio i dimissionari Mattia Dal Ben e Claudia Salvador. Forza Portogruaro non è più in giunta. Anna Fagotto (Lega) è nominata vicesindaco.

Pace fatta, quindi? Evidentemente no: le frizioni nella maggioranza non sembrano sopite, anzi.

Il comunicato stampa emesso nel pomeriggio dal Gruppo Misto Consiliare per Portogruaro, a firma di Pizzolitto Mario, Maria Teresa Senatore, Renato Stival:

“Politica e servizio o meglio ancora fare politica corrisponde a fare servizio ai cittadini, essere attenti alle dinamiche sociali e alle esigenze della cittadinanza, proponendo azioni di ascolto, di coinvolgimento e di condivisione dei grandi e piccoli problemi della comunità.

Incontro, ascolto, condivisione, partecipazione, proposta di soluzioni e attuazione di soluzioni.

Questo, in estrema sintesi, l’idea, il percorso che ci vede concordi e che ci accomuna all’interno del “Gruppo consiliare misto per Portogruaro”, che ieri 4 novembre 2022 si è ampliato con l’ingresso di due consiglieri.

Idee e percorso che non abbiamo rilevato nell’atteggiamento attualmente messi in atto dal Sindaco e dalla giunta attuale del Comune di Portogruaro.

Più e più volete abbiamo chiesto di poter dare il nostro contributo, di poter portare le nostre esperienze e di comunicare le richieste che i cittadini rappresentavano rivolgendosi a noi. Nulla il silenzio totale, l’indifferenza.

Vogliamo essere utili alla comunità, attraverso il gruppo misto saremo attenti alle esigenze di tutta Portogruaro, rappresenteremo le istanze dei cittadini e valuteremo con la massima attenzione quanto di andrà di volta in volta proporre alla votazione del Consiglio Comunale.

Le tematiche da evidenziare sono molteplici: dalla situazione ambientale, alla situazione economica delle aziende e delle famiglie, alla situazione sociale, allo stato del nostro ospedale senza tralasciare i gravissimi problemi dell’Hospice e dell’ospedale di comunità, alle problematiche della viabilità comunale e intercomunale, alla situazione della nostra rete acquedottistica e di fognatura, alla situazione delle partecipate e delle partecipate in house. Solo alcune delle problematiche che saranno per noi oggetto di attenzione.

Siamo e saremo a disposizione di Portogruaro, dei cittadini di Portogruaro con una visione della politica diversa, che non chiede “careghe”, ma vuole fatti.

Ci comporteremo con senso di responsabilità come ci siamo sempre comportati cercando il coinvolgimento nella gestione della cosa pubblica, proponendo e discutendo per il bene della nostra comunità.

Soprattutto in questo difficilissimo momento storico, sia dal punto di vista sociale, sia dal punto di vista economico nessuno può pensare che si possa governare solo con l’appoggio di alcuni consiglieri. Basta prese in giro, basta non condivisione, basta mistificazione della realtà”.