Cultura ed Eventi

San Donà, Emanuela Bonacorsi vince il Premio Strega Europeo come traduttrice

24 Maggio 2022

Ha vinto il premio Strega Europeo per la sua opera di traduttrice. Si tratta di Emanuela Bonacorsi, 47enne, nata a Modena e residente da sette anni a San Donà, da quando ha vinto la cattedra di insegante di lingua e civiltà Russa al liceo classico-linguistico Eugenio Montale, dove è molto apprezzata.

Bonacorsi ha tradotto il romanzo “Punto di fuga” di Mikhail Shishkin, uno dei più noti scrittori russi contemporanei. Shishkin ha vinto la nona edizione del Premio Strega Europeo, e la premiazione ha riguardato anche la traduttrice, quale segno tangibile dell’importanza che hanno le traduzioni come strumento di dialogo e di conoscenza. La cerimonia si è svolta nella serata di domenica scorsa al Circolo dei lettori di Torino.

«Il libro è stato pubblicato in Italia nel gennaio di quest’anno – spiega Bonacorsi – anche se la traduzione era iniziata circa dieci anni fa. Per questo libro il workshop promosso dallo stesso autore, era avvenuto, infatti, una decina di anni fa alla “Casa delle traduzioni Looren” in Svizzera. Una settimana molto utile passata con Shishkin e altri traduttori europei. Il libro ha riposato nel cassetto per tanto tempo fino a quando l’editore modenese “21lettere” ha deciso di pubblicarlo. Si tratta, infatti, di un editore giovane e intraprendente che sta pubblicando opere di narrativa straniera contemporanea. Nell’arco di un anno ho rimesso mano al testo, sempre in collaborazione con Shishkin. Lo Strega per la traduzione è un riconoscimento importante, perché riconosce l’impegno del traduttore che è considerato la “seconda voce” dell’autore».