Cronaca

Musile, danneggiò la fontana del parco: svolgerà lavori socialmente utili per il Comune

15 Febbraio 2020

Nel settembre del 2018 la vicenda aveva suscitato un certo clamore mediatico, anche perché ad accorgersi del vandalismo e ad avvisare i carabinieri era stato il parroco del paese che, durante una passeggiata serale, aveva notato una persona intenta a danneggiare la fontanella del Parco del Granatiere, a Musile di Piave.

In seguito alla segnalazione, i carabinieri avevano identificato l’autore del gesto, un giovane all’epoca dei fatti da poco maggiorenne. Era seguita la querela sporta da parte del Comune.

Adesso, a distanza di un anno e mezzo, in Tribunale è giunto al termine l’iter giudiziario iniziato con la denuncia presentata dal Comune nei confronti dell’autore dell’atto vandalico, imputato in un procedimento penale. Oltre ad aver riparato il danno, il giovane, tramite il proprio avvocato, ha indicato la disponibilità a eseguire dei lavori di pubblica utilità per il Comune.

 

Silvia Susanna, sindaco di Musile:
«Il bene di tutti deve essere sempre tutelato in ogni sede e questa vicenda insegna che non bisogna mai tollerare il danneggiamento di qualsiasi bene collettivo. Accogliamo anche con soddisfazione la disponibilità del ragazzo ad operare in attività lavorative a favore della collettività, credendo che possa essere un momento importante per la sua crescita e maturazione».

 

 

(Foto di Gianluca Rizzetto tratta da Google Maps)