Cronaca

Musile di Piave: nuove attrezzature ludiche in 5 aree verdi della città

1 Novembre 2019

Nuove attrezzature da gioco verranno installate nei prossimi mesi in cinque aree verdi della città. In questi giorni, infatti, sono iniziati i lavori di rimozione dei vecchi giochi per bambini presenti in alcune zone del territorio, che verranno interessate da lavori di completo rifacimento ed illuminazione.

Si tratta del parco del Granatiere, quello di Croce e i giardini delle vie Montagner, Bellini e Borsellino. La fornitura della nuova attrezzatura è stata assegnata alla ditta Legnolandia di Forni di Sopra (Ud), un’impresa specializzata a livello internazionale in attrezzature ludiche.

L’importo dei lavori ammonta a 90mila euro e la realizzazione è stata possibile grazie a un finanziamento del precedente governo. L’intervento terminerà in tre mesi circa, quindi per i primi mesi dell’anno prossimo.

Ma le novità non finiscono qui, visto che nell’area degli impianti sportivi di via Argine San Marco sorgerà anche una piccola palestra all’aperto a completa disposizione della collettività.

 

Silvia Susanna, sindaco di Musile di Piave:
«In questa zona nasce un vero e proprio percorso della salute all’aperto, con attrezzature per il fitness ed il benessere fisico. Questo intervento, sommato a quelli sui 5 parchi pubblici, è pensato per consegnare alla cittadinanza delle aree verdi ammodernate e con attrezzature ludiche sicure di ultima generazione, per la felicità soprattutto dei nostri piccoli cittadini. Con questi cinque nuovi parchi e quello consegnato lo scorso anno alla frazione di Millepertiche riusciremo a restituire alla città dei parchi pubblici ordinati e sicuri. Il percorso benessere degli impianti sportivi di via San Marco, invece, viene incontro a tutti quei cittadini che abitualmente utilizzano l’anello per le passeggiate e la corsa e dove fra poco potranno anche fare un percorso fitness in queste strutture, gratuitamente».

 

Giovanni Ferrazzo, assessore allo sport:
«In questi giorni, sempre presso gli impianti sportivi, stanno per iniziare dei lavori di messa in sicurezza, abbattimento delle barriere architettoniche e di chiusura con recinzione di una parte dell’area, per una spesa complessiva di 30mila euro, di cui 18mila finanziati dalla Regione e la restante parte dal Comune».